La gestione del Ministero viene affidata al ministro degli Interni, al bavarese cristiano sociale Horst Seehofer che promette di essere uno sceriffo pronto a difendere l’identità tedesca minacciata dall’invasione dei profughi, propiziata dall’ingenua Angela Merkel, che la Baviera, a suo tempo, voleva denunciare alla Corte Costituzionale per tradimento.

… continua a leggere