Alle 15.55 di martedì 22 novembre, a poco più di 24 ore dall’annuncio, papa Francesco e il perdono sull’aborto sono già in fondo pagina dei mainstream nazionali schiacciati dalla pioggia di titoli sul referendum. Peccato. Era un’ottima occasione per affrontare il probema dei medici obiettori, che in Italia raggiungono la media del 70 per cento, e in alcune Regioni la situazione è ancora più critica, con punte del 93 per cento in Molise o del 91 per cento nel Lazio. … continua a leggere