Berlino – il Memoriale per gli ebrei assassinati in Europa, progettato da Peter Eisenman, architetto ebreo.

“Riflessioni sul ricordo pubblico dell’Holocaust in Germania” è un saggio interessante di Susanne Böhme Kuby non solo per la storia che racconta, ma per l’efficacia con cui testimonia la potenza della manipolazione della memoria collettiva come maschera dei vincitori delle lotte per il potere. Ieri e oggi.  In una conferenza che si è tenuta a Venezia all’Ateneo Veneto,  l’autrice ha illustrato in modo ampio e documentato le premesse storico-politiche del mainstream della percezione pubblica dell’Holocaust in Germania, dall’immediato dopoguerra fino ai più recenti problemi dei risarcimenti alle vittime che si sono riaffacciati dopo la riunificazione nazionale. Qui di seguito il testo.

… continua a leggere