Ero a Santiago in quella fine d’agosto del 1973 che passerà alla Storia come gli ultimi giorni di Salvador Allende il  primo Presidente marxista democraticamente eletto nelle Americhe.   La fedeltà di Allende ai valori democratici rimane salda fino alla fine. Infatti, quando nell’agosto del 1973, l’esercito guidato da Augusto Pinochet è ormai vicino a realizzare il colpo di Stato,  Allende rinuncia alla proposta di Castro di un intervento armato e la resistenza non esce dai confini dell’ambasciata cubana. Pertanto per meglio comprendere il valore e l’attualità del pensiero di Allende volentieri suggerisco la lettura di questo articolo nel quale Sepúlveda ricorda l’incontro, nel 1971, del presidente del Cile con Régis Debray, al quale spiegò perché, “Il fine naturale dell’uomo è essere felice”. 

… continua a leggere