Sicuramente tra le dichiarazioni più coraggiose di Romano Prodi c’è quella al quotidiano egiziano Akhbar Elyom, quando disse che :”Senza un colloquio con l’Iran diventa molto difficile risolvere questa crisi”. Erano i giorni in cui la guerra in Libano più infuriava e la strage dei bambini di Cana s’era appena compiuta. Non è che Prodi avesse avuto una visione profetica, semplicemente s’era ricordato che l’Italia è il primo partner commerciale europeo dell’Iran, che buoni sono i rapporti tra i due Paesi, e che gli si offriva una buona occasione per rimediare al fatto che ai tempi del governo Berlusconi l’Italia era stata esclusa dalla “troika” europea incaricata di negoziare con il Paese degli ayatollah la de-escalation nucleare.
di Vincenzo Maddaloni

… continua a leggere