La formula è semplice e universalmente collaudata: si creano di continuo nuovi bisogni; si moltiplicano gli stimoli di distrazione e di divertimento; si propaganda l’idea che non esista felicità se non nel consumo; si inventano proposte commerciali sempre più coinvolgenti. Non soltanto in Russia.

… continua a leggere